Non perderti i prossimi post

Se hai trovato degli spunti per vendere più vino, perché non ti iscrivi alla newsletter? Verrai avvisato ogni volta che sul sito verranno pubblicati nuovi contenuti.
Il tuo indirizzo email
I tuoi dati NON verranno mai usati a scopi commerciali.

I costi di spedizione

I costi di spedizione sono uno dei problemi principali degli acquisti online. Vari tipi di promozioni possono aggirare l'ostacolo.

I costi di spedizione e abbandono del carrello

Secondo uno studio condotto nel 2010 da Forrester, il 44% dei consumatori abbandona il carrello di un sito di e-commerce a causa degli elevati costi di spedizione e un altro 22% di abbandoni è imputabile al fatto che il costo di spedizione viene rivelato troppo tardi nel processo di check-out: per questo motivo, è importante indicare prima possibile i costi di spedizione.

Motivi per cui viene abbandonato il carrello di un e-commerce
Carrello abbandonato
0
%
costi di spedizione troppo elevati
0
%
costi di spedizione rivelati troppo tardi

Fonte: Forrester, 2010

Strategie promozionali per la spedizione

Trattandosi di un problema che non interessa solo il settore del vino, il tema è stato ampiamente studiato e sono state individuate vari tipi di promozioni che possono aiutare ad aggirare l’ostacolo.

1
Spedizione gratuita incondizionata

Si tratta dell’opzione più efficace, anche perché riduce la complessità del processo d’acquisto, ma comporta una forte erosione del margine per il venditore o un innalzamento dei prezzi di vendita, che dovranno coprire anche i costi di spedizione. Un altro svantaggio è che non incentiva ad acquistare più prodotti, si tratta tuttavia di una delle leve promozionali più efficaci nell’ambito del commercio elettronico.

Gratis

soluzione semplice

leva promozionale più efficace

comporta erosione del margine o un innalzamento dei prezzi

non incoraggia l'acquisto di quantità maggiori

2
Spedizione gratuita per ordini superiori ad un determinato importo

Una formula piuttosto diffusa che minimizza l’erosione del margine per il venditore e incentiva il compratore ad acquistare quantità maggiori. Per essere veramente efficace l’importo da stabilire come soglia dovrebbe essere calcolato non solo tenendo conto dell’effettiva copertura dei costi per il venditore, ma anche dello storico delle transazioni. Qualora infatti l’ordine medio fosse al di sotto della soglia, la strategia andrebbe probabilmente rivista.

Gratis dopo una certa soglia

soluzione semplice

incoraggia l'acquisto di quantità maggiori

inefficace se la soglia non è calcolata correttamente

3
Tariffa flat

Per questa soluzione è opportuno che il venditore calcoli il costo di spedizione medio e lo adotti come tariffa standard. Per alcuni ordini ci sarà un guadagno anche sulla spedizione, per altri delle perdite, ma in media il bilancio dovrebbe chiudersi in pareggio. Funziona bene nel caso di beni in cui all’aumento della quantità, i costi di spedizione sostenuti dal venditore non aumentano secondo una relazione di proporzionalità diretta, ovvero per le merci leggere e poco voluminose. Sfortunatamente non è il caso del vino.

Tariffa flat

non adatta al vino

4
Spedizione gratuita previo pagamento di un canone annuale

È una soluzione sulla falsariga di Amazon Prime, che a fronte di un canone annuale offre questo tipo di promozione per determinati prodotti. È stata adottata anche wine.com, con il suo programma StewardShip. Si adatta bene al settore del vino, dove può essere offerta come benefit riservato ai membri del wine club, in virtù della quota pagata per l’adesione. Il rischio è che i membri del club effettuino svariati micro-ordini, ma si può ovviare a questo offrendo un numero limitato di spedizioni gratuite all’anno.

si adatta al wine club

efficace solo per chi intende effettuare più acquisti

Canone annuale

Tieniti aggiornato

Se hai trovato degli spunti per vendere più vino, perché non ti iscrivi alla newsletter? Verrai avvisato ogni volta che sul sito verranno pubblicati nuovi contenuti.
Il tuo indirizzo email